Il Bando AIFA sulla Ricerca Clinica Indipendente 2018

A cura di Rebecca Ostuni

 

Il nuovo bando AIFA per la ricerca indipendente sui farmaci, pubblicato in Gazzetta Ufficiale del 28 maggio 2019, ha stanziato 6,5 milioni di euro con l’obiettivo di promuovere la sperimentazione clinica italiana.

La notizia coinvolge tutti i centri e gli sperimentatori intenzionati a condurre uno studio clinico volto a generare nuove evidenze in una delle aree tematiche proposte:

  • malattie rare;
  • studi clinici controllati comparativi;
  • CAR-T.

 

Ciascun Principal Investigator può presentare 1 solo progetto mentre, le unità operative possono presentarne massimo 3: sono ammesse sperimentazioni cliniche interventistiche, non interventistiche (osservazionali), studi di meta-analisi.

I tetti massimi finanziabili, per ciascuna sperimentazione, sono stati così ripartiti:

  • 1.500.000,00 € per le sperimentazioni cliniche interventistiche;
  • 500.000,00 € per le sperimentazioni cliniche non interventistiche (osservazionali);
  • 75.000 € per studi di meta-analisi.

La domanda di partecipazione deve essere inoltrata entro le ore 18 del 30 luglio 2019 nel formato elettronico protocol form; seguirà una fase di validazione ed una fase di valutazione da parte di revisori internazionali.

 

Se vuoi saperne di più, scarica il pdf in cui troverai maggiori dettagli sul bando AIFA 2018 ed i risultati del bando AIFA 2017. Scoprirai anche come ricevere supporto se vuoi partecipare al bando.

 

Di Rebecca Ostuni

Sono Rebecca Ostuni, farmacista ed appassionata di ricerca clinica. Dopo aver condotto due progetti di ricerca, in chimica organica e tecnologia farmaceutica, presso l’Università degli Studi di Bari Aldo Moro, ho conseguito la laurea in farmacia con il massimo dei voti.
Ho lavorato, per circa un anno, in farmacia, della quale ho gestito ogni singolo aspetto, poiché ero incaricata di sostituire il titolare. Successivamente, ho potuto seguire la mia passione, a partire proprio dal corso di alta formazione “Missione CRA School” che mi ha permesso di approfondire, sia teoricamente, sia praticamente, la conoscenza di questo fantastico mondo ed è stato il primo mattone per la costruzione della mia carriera.

Profilo linkedin: www.linkedin.com/in/rebeccaostuni/