Un CRA italiano nominato CRA of the year? Why not?

“Come mai non c’è nessun italiano?”

Questa è la classica domanda che ci siam fatti nel leggere i post relativi al CRA dell’anno (per sapere a cosa mi riferisco leggi “Il miglior Clinical Research Associate dell’anno 2009″ ed “Il migliore Clinical Research Associate dell’anno 2010“).

Finalmente ognuno può darsi la tanto banale risposta: per essere nella “lista dei migliori“, è necessario nominare un collega o autocandidarsi al titolo di miglior CRA, di miglior CTA o CPM.

Ecco perché dall’anno prossimo in poi potremo finalmente leggere alcuni nomi italiani nella ormai celebre competizione organizzata da “Pharma Times“.

Per partecipare a questa competizione è necessario che tu in prima persona ti candidi o che proponga un tuo collega a partecipare. L’iter di selezione, come puoi leggere qui, comprende una serie di step (domande a risposta multipla sulle GCP, temi liberi e tanto altro ancora!) per testare le capacità del futuro “CRA dell’anno” in relazione a problemi che noi CRA affrontiamo quotidianamente.

Nel dettaglio, le tematiche che verranno valutate riguardano:

  • La produttività (raggiungere i migliori risultati con il minimo sforzo)
  • Qualità
  • Etica
  • Innovazione
  • Focalizzazione sui Pazienti

Se pensi di essere pronto ad affrontare la competizione, o se pensi che un tuo collega possa rappresentare al meglio i CRA italiani, per favore clicca sui seguenti link:

Autocandidati alla competizione qui

Nomina un tuo collega per partecipare alla competizione qui

 

Personalmente sono convinto che tanti dei nostri Clinical Research Associate possano tranquillamente prendere parte al processo di selezione. E non solo.

Infatti, la competizione riguarda anche altre figure della ricerca clinica, tra cui quelle del CTA (Clinical Trial Assistant/Administrator) e del CPM (Clinical Project Manager).

E allora che aspetti?

Dai il tuo contributo e promuovi il buon nome dei CRA italiani!

 

 


About Stefano Lagravinese

"Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua" - Confucio. Quando leggo questa frase mi vien da sorridere e al tempo stesso credo di essere davvero fortunato. Al momento penso di avere almeno 7 lavori, e.. "non mi sembra di lavorare neppure un giorno" in vita mia. Ecco quali sono i miei attuali lavori: * DIRETTORE DELLA CRO ClinOpsHub srl. Dal 2004 svolgo il lavoro del CRA. Prima come dipendente per diverse CRO internazionali, poi come consulente, ora come Direttore Scientifico della CRO ClinOpsHub, nata nel 2019 a Mesagne (Br). Se hai bisogno di un piccolo team che possa supportarti nella gestione di studi clinici per favore contattami. * WEBSITE MANAGER. Dal 2008 sono il curatore e cordinatore degli articoli presenti su CRAsecrets.com, la prima community dedicata alla ricerca clinica. * AUTORE. Puoi trovare il mio primo ebook Diventare CRA su www.DiventareCRA.com. E' un libro che consiglio non solo a chi voglia diventare CRA, ma a tutti coloro che vogliano entrare nel mondo della Ricerca Clinica. Su https://gumroad.com/l/normative trovi anche il libro sulle normative della ricerca clinica dal 2001 ad oggi. Un libro che tutti i professionisti del settore dovrebbero avere sulla propria scrivania. * TRAINER. Dal 2012 insegno ricerca clinica a giovani professionisti che vogliano conoscere questo affascinante settore. Con orgoglio posso affermare di aver formato oltre 1000 giovani risorse in ricerca clinica. La maggior parte di queste (oltre 900) con il corso di alta formazione di 40 ore da me ideato e diretto conosciuto come "Missione CRA" (www.MissioneCRA.com). Dal 2017 ho anche fondato una piattaforma di elearning chiamata FormazioneNelFarmaceutico.com dove puoi trovare 100+ videocorsi sul tema "ricerca clinica e mondo farmaceutico". * CAREER COACH. E' forse la cosa che più mi piace fare. Aiutare il prossimo a realizzarsi professionalmente. Se vuoi raggiungere un obiettivo professionale, leggi questa pagina (http://crasecrets.com/coaching/) e scegli il servizio che più ti aggrada. * NETWORKER. Mi reputo un cultore del "networking", tant'è che la maggior parte delle mie attività gravitano proprio intorno all'incontrarsi e al creare rete. Sono certo che la rete sia il futuro del mondo e che sia un dovere "coltivarla". * IMPRENDITORE. Sono ancora tante le idee in cantiere. Spero di sorprenderti presto con effetti speciali!