Visita di Monitoraggio: come vestirsi?

Talvolta, durante alcune visita di Monitoraggio, mi capita di incontrare qualche collega CRA di altre CRO (che ne sai, magari sei proprio tu!).

La cosa che spesso ho notato è che, a differenza dei colleghi Informatori Scientifici del Farmaco (ISF), noi Clinical Monitor siamo un po’ più sciatti!
Puoi confermarmelo?

Allora.. è vero che l’abito non fa il ..monitor, :-) però diamoci un tono!

Dopotutto, stiamo sempre rappresentando non una, ma ben due aziende (la CRO e la casa farmaceutica promotrice)!

Personalmente ho notato che, da quando (da circa 3 anni) ho iniziato ad indossare l’abito durante le visite di monitoraggio, l’atteggiamento del personale, mi duole ammetterlo,  è cambiato dalla notte al giorno.

Ricordo ancora bene la faccia shockata della Sub-Investigator quando, in un ospedale davvero disastrato dove  mancava di tutto, e dove la carta per la stampante era davvero un bene di lusso, me ne ritornai dalla stanza della caposala non con un paio di fogli (quelli di cui avevo bisogno), ma di una risma intera di carta!

Roba da non crederci!

Tuttora sono ancora convinto che se fossi andato dalla stessa caposala, sempre con i miei toni pacati, ma vestito casual, non avrei avuto i risultati ottenuti con l’abito..

Non sei d’accordo?

Cosa ne pensi a riguardo?

A proposito…

Come ti vesti in visita di Monitoraggio?

View Results

Loading ... Loading ...

Beh, già che ci sei, lascia un tuo commento, spiega le tue ragioni!

Confrontiamoci!

:-)

Italo

Image: graur razvan ionut / FreeDigitalPhotos.net


About Stefano Lagravinese

"Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua" - Confucio. Quando leggo questa frase mi vien da sorridere e al tempo stesso credo di essere davvero fortunato. Al momento penso di avere almeno 7 lavori, e.. "non mi sembra di lavorare neppure un giorno" in vita mia. Ecco quali sono i miei attuali lavori: * SENIOR CLINICAL RESEARCH CONSULTANT. CRA da quasi dieci anni, dal 2014 sono CRA consulente per alcune aziende multinazionali. Se hai bisogno di un freelance per favore contattami. * WEBSITE MANAGER. Dal 2008 sono il curatore e cordinatore degli articoli presenti su CRAsecrets.com, la prima community dedicata alla ricerca clinica. * AUTORE. Puoi trovare il mio primo ebook (sto lavorando ad un secondo ebook che sarà pubblicato a breve) Diventare CRA su www.DiventareCRA.com. E' un libro che consiglio non solo a chi voglia diventare CRA, ma a tutti coloro che vogliano entrare nel mondo della Ricerca Clinica. * TRAINER. Dal 2012 insegno nel settore della ricerca clinica presso il programma "Scienziati in Azienda" Istud e presso il corso di formazione di 40 ore da me ideato conosciuto come "Missione CRA" (www.MissioneCRA.com). * CAREER COACH. E' forse la cosa che più mi piace fare. Aiutare il prossimo a realizzarsi professionalmente. Se vuoi raggiungere un obiettivo professionale, leggi questa pagina (http://crasecrets.com/coaching/) e scegli il servizio che più ti aggrada. * NETWORKER. Mi reputo un cultore del "networking", tant'è che la maggior parte delle mie attività gravitano proprio intorno all'incontrarsi e al creare rete. Sono certo che la rete sia il futuro del mondo e che sia un dovere "coltivarla". * IMPRENDITORE. E' la novità del 2014. Sono tante le idee in cantiere. Spero di sorprenderti presto con effetti speciali!

12 thoughts on “Visita di Monitoraggio: come vestirsi?

  • alberta

    noooo.. non è così per quanto mi riguarda.faccio dal 99 questo mestiere e mi sono sempre messa comoda e casual, senza tailleur! eppure ho sempre fatto visite tranquille, sono sempre stata ricevuta senza problemi, anche nei posti più scaberci! ogni tanto offro un caffè, ogni tanto porto la focaccia. l’importante è non fossilizzarsi sul monitoraggio!! ps: questo sito mni piace assaissimo!!!!

    • CRAlife Post author

      Ciao Alberta,
      grazie per il tuo commento, e per il tuo punto di vista!
      Potrebbe essere un interessante spunto per un dibattito!
      Son d’accordo con te sul fatto di non fossilizzarsi sul monitoraggio.. però talvolta ti capitano alcuni soggetti davvero da evitare.. e allora è proprio il caso di focalizzarsi sul Monitoraggio e basta!
      :-)

      Gli altri cosa ne pensano?
      Come vanno vestiti in monitoraggio?

  • Viviana

    Beh, dipende. Sono tre anni che faccio questo lavoro e la maggiorparte delle volte indosso un taillur con pantalone…le gonne mai, visto che si vive in treno e non è il caso.
    Il tailleur lo indosso soprattutto per non essere scambiata per una ragazzina. Una volta, nel dipartimento di pediatria del San Salvatore, il medico mi chiese che numero ero….
    comunque, più che l’abito, il CRA si deve distinguere per i suoi toni pacati, la sua educazione e il solito sorriso di eterna cortesia che ci contraddistingue…

  • Valeria

    A me è successo proprio il contrario. Inizialmente indossavo il tailleur, ma mi sono bastate pochissime visite per cambiare idea. Infatti mi sentivo alquanto fuori luogo rispetto agli ambienti, ai medici e al personale in camice e pantofole e soprattutto ai pazienti… in pigiama e ciabatte e magari alquanto trascurati e sofferenti. Insomma non mi sembrava rispettoso nei loro confronti vestirmi quasi fossi ad una festa! Continuo a vestirmi in maniera abbastanza elegante perchè è il mio stile, ma il tailleur l’ho abbandonato così come gonne e scarpe col tacco per motivi di praticità. Forse c’è da dire che per una donna è comunque più semplice sembrare curata ed elegante pur non indossando l’abito, basta curare i dettagli e gli accessori. Il problema probabilmente riguarda più gli uomini…

    • CRAlife Post author

      Beh si.. in effetti per le donne è leggermente diverso!
      Fatto sta che poi dipende anche dagli ambienti che frequenti. Io personalmente non sono mai nelle degenze.. ma ho quasi sempre la fortuna di avere a disposizione o una stanza dedicata agli studi clinici o la stanza del Sub-Investigator.
      C’è da dire che a volte anche io mi sento un po’ fuori luogo.. però è anche vero che anche noi stiamo lavorando.. e mi sembra rispettoso anche nei nostri confronti andare vestiti in un certo modo! :-)
      Anche perché personalmente ho visto anche eccessi incredibili come una visita di monitoraggio in infradito? Ma dico io.. Si può?

  • Giovanni

    io non svolgo alcun lavoro…. sono solo un dottorando, ma penso che in determinate circostanze l’abito possa fare il monaco. Placebo!!!

  • Maria Pia

    dobbiamo solo pensare che noi rappresentiamo una CRO o uno Sponsor e credo che si l’abito faccia il CRA.
    Io personalmente sempre panataloni a volte giacca ma sempre in ordine e pacata molto molto pacata.

  • Gianluca

    Recupero questo dibattito curioso e interessante. Non sono ancora CRA, ma non ditemi che sarò costretto ad andare in giro giacca e cravatta, perchè mi sentirei davvero a disagio! :-) Un pantalone non jeans, una scarpa normale e un maglioncino sobrio con sotto una camicia possono andare bene? :-)

  • Pingback: Auguri di buona Pasqua 2010 | CRAsecrets.com

  • PAOLA

    Credo che la sobrietà sia sufficente!
    In certi centri mi è capitato che non fossero disponibili nè un tavolo nè una sedia dove potersi appoggiare! Ciò che importa è la disponibilità, la cortesia, la professionalità e buone capacità di adattamento.

Comments are closed.