Novartis &GlaxoSmithKline | Fusioni nel mondo delle Aziende Farmaceutiche: Nuovi equilibri?

Novartis, una delle aziende farmaceutiche più conosciute al mondo, ha definito uno scambio multimiliardario di assets con GlaxoSmithKline, focalizzandosi sui seguenti settori:

  • Heathcare: creando un nuovo consumer healthcare leader a livello mondiale e mantenendo la presenza di Novartis in questo settore  (comprendente i marchi Aquafresh, Beechams e Tixylix, per un valore di 10,9 miliardi di dollari);
  • Oncology: acquisendo i prodotti di GSK, rafforzando così il business sector Oncology di Novartis mediante lo sviluppo di nuove terapie, e divenendo il partner preferziale di GSK nella sua pipeline oncologica (16 miliardi di dollari);
  • Vaccines: cedendo la divisione vaccini a GSK, con la susseguente creazione di un nuovo leader globale nei vaccini  (7,1 miliardi di dollari).
  • Animal Health: cedendo la Novartis Animal Health section ad Ely Lilly

Andrew Witty, CEO di GSK, assicura che questo complessa azione finanziaria ha impiegato mesi ad essere concertata, ma e` un passo in avanti rispetto alle megafusioni del passato, in cui le aziende acquisivano 2 o 3 attivita` utili ai fini del business insieme ad altre 7-8 non utili e che potenzialmente potevano distrarre l`attenzione dallo sviluppo del core business. Witty dichiara “Credo che, avendo la possibilita` di  concentrare l’operazione solo su cose che veramente interessano, si possa creare un enorme valore in quel settore”, “Opportunità di costruire una maggiore portata e combinare attività di alta qualità nei vaccini e sanità del consumatore sono scarse. Con questa operazione si rafforzeranno sostanzialmente due dei nostri core business con la creazione di  nuove opzioni importanti per aumentare il valore per gli azionisti”.

GlaxoSmithKartis

Joseph Jimenex, CEO of Novartis, ha confermato che gli accordi con GSK hanno segnato un “momento di trasformazione per Novartis. Le aziende si concentrano sulla gestione di business con potenziale potere di innovazione su scala globale“. Ha riferito inoltre che “i profitti sarebbero migliorati, poiché si è acquisito il settore oncologico cedendo il settore veterinario e dei vaccini, caratterizzati da margini di profitto minori”.

Tale transazione si tradurrà nel futuro in una cascata di nuove occasioni. In particolare GSK e` pronta ad accelerare la  revisione del suo business storico, che include farmaci come l`antidepressivo Seroxat e il farmaco specifico per il cancro alla prostata Avodart, mentre Novartis e` attualmente alla ricerca di un compratore per il suo settore di vaccini antiinfluenzali che non e` incluso nell`area dei vaccini ceduta a GSK.

Novartis si è anche impegnata nella vendita della sua divisione di salute animale alla compagnia statunitense Eli Lilly per 5,4 miliardi di dollari. L`operazione dovrebbe rivelarsi definitiva entro i primi 3 mesi del 2015. La politica aziendale assicura che questa vendita permetterà a Novartis di concentrarsi sullo sviluppo di farmaci innovativi, generici e farmaci ofatlmici, mentre Eli Lilly, potra` essere considerata la seconda più grande società del settore per fatturato in termini della medicina veterinaria.

Fonti:

www.repubblica.it/economia/finanza/2014/04/22/new/valzer_miliardario_nel_settore_farmaceutico_novartis_prende_la_divisione_oncologica_di_glaxo-84175140/

www.theguardian.com/business/2014/apr/22/novartis-glaxosmithkline-deal-pharmaceutical-shares

www.reuters.com/article/2014/04/22/us-novartis-idUSBREA3L07T20140422

www.novartis.com/newsroom/media-releases/en/2014/1778515.shtml