Come gestire progetti multipli

Chi svolge la professione del Clinical Research Associate è già al corrente dell’equazione CRA=multitasking.
Alla presa di coscienza deve però seguire la necessaria contromisura per risolvere questa equazione e per trovare una soluzione che possa aiutare a migliorare la vita da CRA.
Ecco qui alcuni consigli su come gestire progetti multipli tratti dal celebre sito web eHow:

1. Dai una priorità ai tuoi progetti. Impara a dare un ordine di importanza in base a deadline, carico di lavoro e compiti assegnati da altri che necessariamente devi svolgere. Nota bene. Metti per iscritto questa “priority to do list” e sbarra giorno per giorno le azioni portate a termine.

2. Unisci più compiti simili, quando possibile. Spesso solo entrare nell’ottica del task da svolgere porta via del tempo. Se si tratta di compiti ripetitivi, conviene sempre raggrupparli e svolgerli tutti assieme. Per esempio, ecco alcuni task che potresti pensare di accumulare e fare in un unico momento. Note spese, email di notifica per missing pages e query, corsi online. Meglio ancora, puoi programmare questi task ripetitivi con una cadenza da te determinata, per esempio un giorno a settimana (query e missing pages), un giorno ogni due settimane (corsi online), un giorno al mese (note spese), etc.

3. Tieni in ordine la tua scrivania. Facile a dirsi, difficile a farsi (soprattutto per me). E’ però un’ottima abitudine. Terminato un task (un report di monitoraggio, una lettera di follow up, un rimborso spese, una telefonata di follow up), archivia i documenti di cui hai avuto bisogno e tieni libera la tua scrivania da inutili documenti che non ti servono più nell’immediato.

4. Fai pause frequenti. Quante volte ti sarà capitato di notare errori grossolani dopo aver preso una pausa di qualche minuto? Prendere delle regolari pause può aiutarti a focalizzarti sulle priorità del tuo lavoro e a non fissarti sui dettagli. Ovviamente prendi questo consiglio con le pinze. Se sei effettivamente con l’acqua alla gola, dacci dentro per raggiungere la deadline, la pausa la potrai fare una volta terminato il lavoro.

5. Va’ di pali in frasca. Non sempre andare “di pali in frasca” è negativo. Se stai svolgendo più compiti e uno di questi è per te frustrante, passa all’altro compito per svagarti un po’ (potrebbe sostituire la “pausa” del punto precedente) e poi ritorna a mente fresca su quello che per te è più difficile portare a termine.

6. Suddividi grandi obiettivi in tanti piccoli obiettivi. Questo è uno dei punti fondamentali. Spesso grandi compiti sembrano impossibili da terminare. Se provi a dividerli in piccoli compiti tutto ti sembrerà più facile e ti sentirai anche maggiormente soddisfatto.

7. Ottimizza al massimo il tuo tempo. Sii realista. Abbiamo solo 8 ore al giorno (ok, 8 ore ufficiali!) da dedicare al lavoro.  Quindi cerca di ottimizzare il tuo tempo e di essere obiettivo. Se compilare un report di una visita di monitoraggio di solito ti porta via 4 ore, non puoi pensare di fare 3 report in un giorno. Gestisci piuttosto il tuo tempo in modo da distribuire i 3 report in 2 giorni.

8. Quando possibile, delega. Certo il report della visita di monitoraggio ti tocca, e non puoi delegarlo a nessuno. Ma quando possibile, delega qualche compito che può essere facilmente fatto da qualcun altro (es. traduzioni dei pareri dei vari comitati etici, etc). Potrai in questo modo avere più tempo per gestire quelle attività non delegabili.

 

 

 

 

 


About Stefano Lagravinese

"Scegli un lavoro che ami, e non dovrai lavorare neppure un giorno in vita tua" - Confucio. Quando leggo questa frase mi vien da sorridere e al tempo stesso credo di essere davvero fortunato. Al momento penso di avere almeno 7 lavori, e.. "non mi sembra di lavorare neppure un giorno" in vita mia. Ecco quali sono i miei attuali lavori: * SENIOR CLINICAL RESEARCH CONSULTANT. CRA da quasi dieci anni, dal 2014 sono CRA consulente per alcune aziende multinazionali. Se hai bisogno di un freelance per favore contattami. * WEBSITE MANAGER. Dal 2008 sono il curatore e cordinatore degli articoli presenti su CRAsecrets.com, la prima community dedicata alla ricerca clinica. * AUTORE. Puoi trovare il mio primo ebook (sto lavorando ad un secondo ebook che sarà pubblicato a breve) Diventare CRA su www.DiventareCRA.com. E' un libro che consiglio non solo a chi voglia diventare CRA, ma a tutti coloro che vogliano entrare nel mondo della Ricerca Clinica. * TRAINER. Dal 2012 insegno nel settore della ricerca clinica presso il programma "Scienziati in Azienda" Istud e presso il corso di formazione di 40 ore da me ideato conosciuto come "Missione CRA" (www.MissioneCRA.com). * CAREER COACH. E' forse la cosa che più mi piace fare. Aiutare il prossimo a realizzarsi professionalmente. Se vuoi raggiungere un obiettivo professionale, leggi questa pagina (http://crasecrets.com/coaching/) e scegli il servizio che più ti aggrada. * NETWORKER. Mi reputo un cultore del "networking", tant'è che la maggior parte delle mie attività gravitano proprio intorno all'incontrarsi e al creare rete. Sono certo che la rete sia il futuro del mondo e che sia un dovere "coltivarla". * IMPRENDITORE. E' la novità del 2014. Sono tante le idee in cantiere. Spero di sorprenderti presto con effetti speciali!