Fermi tutti: aggiustiamo la mira per colpire i nostri target!

 

 

 

Habemus luglio!
Effettuato il giro della boa numero 2014, non ci resta che proseguire per la seconda parte dell’anno, tenendo presente che l’importante non è tanto andare avanti “sempre e comunque” quanto, piuttosto, avanzare nella giusta direzione.

photo
Poiché le cose non vanno mai in maniera ideale e l’imprevisto è sempre dietro l’angolo pronto ad aggredirci e a rallentare i nostri progressi, in una buona pianificazione va sempre considerato un margine di manovra che tiene conto di ostacoli di percorso.

Questo ci consente di settare le nostre aspettative su obiettivi ambiziosi e raggiungibili, allo stesso tempo.

 

 

L’analisi di metà anno è importante tanto quanto la pianificazione affrontata all’inizio del 2014, perciò prendiamoci del tempo per tirare un resoconto della situazione, dopo 6 mesi dal fatidico 1 gennaio.
Quali erano i nostri buoni propositi per il nuovo anno? Quali gli obiettivi? Su quali aree di miglioramento volevamo lavorare? Cosa avevamo deciso di imparare?

Flaggato ciò che abbiamo raggiunto e riprioritizzato ciò che vogliamo completare entro la fine dell’anno arriva la buona notizia: abbiamo sei mesi per raggiungere i nostri obiettivi, sei mesi per realizzare le nostre ambizioni, sei mesi ancora per aggiungere valore al 2014.

 

In aggiunta a questa analisi teniamo a mente tre ulteriori punti, come suggerisce Amanda Augustine, career expert di TheLadders:

1 Valuta i tuoi progressi e tieni aggiornato il tuo curriculum.
Accertati di tenete traccia dei tuoi traguardi e maggiori contributi.
Valuta i 6 mesi passati: hai assunto nuove responsabilità o progetti? Hai ricevuto commenti positivi da un cliente, o una valutazione positiva dal tuo supervisore? Aggiungi tutti i dettagli.

photo2 Monitora la tua presenza online.
Con l’arrivo dell’estate sei più rilassato, ma questo non vuol dire abbassare la guardia sulla quello che fai online. Futuri clienti, head hunters e anche i tuoi attuali colleghi esaminano accuratamente il tuo profilo pubblico online.
Fai una ricerca su di te con Google. Imposta un avviso per il tuo nome con Google News, così potrai tenere d’occhio in tempo reale cosa viene pubblicato a tal proposito.
No alle paranoie! Sì alla consapevolezza di cosa accade online collegato al tuo nome.

3 Non smettere di arricchire le tue capacità. Impara qualcosa di nuovo.

Tutti quanti siamo pieni di impegni, abbiamo una vita intensa al di fuori del lavoro e, a volte, il solo
rispettare le scadenze è già abbastanza sfidante.
Per rimanere determinato e focalizzato sulla tue priorità è importante, però, mantenere la tua
mente attiva; questo diventa fondamentale se sei un professionista nel tuo attuale lavoro e ti stai
adagiando all’interno della tua zona di comfort.

 

Aggiornati sulla tecnologia e su cosa succede nel tuo settore, cerca opportunità di sviluppo
professionale.
I semplici prepararti per la conferenza annuale del tuo settore, guardare un interessante webinar, o
ottimizzare le tue letture estive con un libro che ti aiuterà a colmare qualche lacuna che ti trattiene
dal fare il salto, potrebbero fare la differenza.

 

Di Paolo Seralessandri. Visita qui il mio profilo linkedin

Credits: link